Anno XX, n. 220
maggio 2024
 
Un editore al mese
Editoriale progetto 2000: casa editrice semplice,
dalle ambizioni proporzionate alle buone qualità
Spesso ci si lascia ingannare dai grandi numeri e dai grandi fatturati.
Ma è anche la passione a fare la sua parte per avere esiti importanti
di Francesca Molinaro  
Quando la casa editrice Editoriale progetto 2000 nacque nel 1986, molto probabilmente concepiva l’inizio del nuovo millennio come una data estremamente lontana. Forse, nelle modeste intenzioni dei suoi fondatori, non c’era l’ambizione che la piccola iniziativa imprenditoriale fosse così longeva. Invece eccola qui, dopo 22 anni e ben 8 dopo l’inizio del 2000, con il suo sito Internet, dallo stile essenziale, www.editorialeprogetto2000.it, con il suo blog serio di proposte per l’editoria editoriacalabrese.blogspot.com, con la doppia sede: la prima in uno dei quartieri meno chic e rinomati della città di Cosenza e la seconda nel fascinoso centro storico della città bruzia. Alle redini sempre gli stessi appassionati fondatori: i coniugi Demetrio Guzzardi e Albamaria Frontino. La loro è la testimonianza che un lavoro di qualità è molto più importante dei grandi numeri che, troppo spesso, le grandi aziende rincorrono.

La storia
Il logo della casa editrice è di per sé rappresentativo del suo spirito. Infatti, si tratta del monastero del Vivarium che fu fondato a Copanello, in Calabria, dal politico, letterato e storico latino, nato in Calabria, a Squillace nel 485, Flavio Magno Aurelio Cassiodoro. Questi fu un importante mediatore fra la cultura romana e quella gota e trascorse i suoi ultimi anni di vita dedicandosi esclusivamente allo studio e alla scrittura, nel monastero del Vivarium, in cui venivano trascritti, da parte dei monaci copisti, sia codici cristiani che classici greci e romani. Allo stesso modo l’editore, Guzzardi, tenta di creare un ponte fra la religione cristiana e la tradizione della sua terra, la Calabria. Non a caso la prima pubblicazione di Editoriale progetto 2000 fu Matrimonio e magistero da Pio XI a Giovanni Paolo II.
La passione di Guzzardi per questo lavoro nasce prestissimo, addirittura a soli 5 anni, quando ricevette in dono da suo padre una scatola di timbrini con le lettere dell’alfabeto. Gli bastarono pochi minuti con il suo nuovo giochino e fu subito colpo di fulmine; una storia d’amore che continua ancora oggi. Ed è proprio l’amore che è ancora protagonista nella storia di questa piccola casa editrice, infatti, Guzzardi decide di fondare la sua impresa con la sua (allora) fidanzata Albamaria Frontino, per tutti Alba, che ben presto diventerà sua moglie. È bastato poco perché l’amore per questo mestiere passasse dai genitori ai quattro figli della coppia: Giulia, Giovanni, Costantino e Maria Rosaria.

Le pubblicazioni e i progetti
Nonostante si tratti di una piccola impresa a conduzione familiare, la Editoriale progetto 2000 ha ben cinque collane di pubblicazioni.
La prima, Ecclesia, contempla libri chiaramente di argomento religioso (vite dei santi, cattolicesimo, Magistero, ecc.); tra essi trovano posto molti testi sulla “pietà popolare” – il “fiore all’occhiello”, secondo la stessa testimonianza dell’editore, delle aspirazioni che animano la produzione editoriale − con i testi di Maffeo Pretto sull’argomento.
Segue poi Percorsi letterari, collana dedicata alla poesia, alla letteratura e al teatro, nell’ambito della quale sono stati pubblicati i primi due libri del compianto Antonio Delfino, il vero “cantore dell’Aspromonte”: Gente di Calabria, un best seller con le migliaia di copie vendute, e Amo l’Aspromonte.
Completano l’offerta editoriale le altre collane: Tra le pagine della storia, che raccoglie testi storici e storiografici, in particolar modo legati alla regione calabrese; Orizzonti, di interesse filosofico-politico; Sguardi, con libri di natura educativa, sia a livello scolastico che universitario.
Ma oltre alle normali pubblicazioni, Editoriale progetto 2000 è stata impegnata anche in altre attività, ad esempio dal 1991 al 1998 ha elaborato il settimanale Buongiorno Cosenza, in uscita ogni mercoledì sera, con l’idea di affidare «il giornale alle firme di tutti», per dare un “diverso” punto di vista sulle notizie.

Il sito
Come abbiamo anticipato, la casa editrice ha anche un proprio sito Internet, sempre aggiornato e dal quale è possibile accedere a tutti i cataloghi. Sulla home page del sito compare il logo, che si lega appunto all’immagine del Vivarium, e una colonna con, tra l’altro, i banner dei siti amici. Fra tutti, spicca il logo dell’istituto di studi Universitas vivariensis che, sotto il coordinamento dello stesso Guzzardi e di Stefano Vecchione, si occupa di «ricerche, formazione e servizi per la valorizzazione, tutela e divulgazione del patrimonio culturale ed ambientale». Fra gli altri banner troviamo Premio Cassiodoro, Internet culturale, Italia pianeta libro, con il riferimento al Centro per il libro e per la lettura, la Bottega editoriale, il link alla Lista dei siti cattolici italiani e ai servizi web di Aruba. Sempre dalla Home si può accedere al già citato blog curato dallo stesso Guzzardi. Interessanti anche i link ai siti personali degli autori della casa editrice, alle librerie on line, ai siti di cultura in Calabria e alle notizie di carattere intellettuale. Il sito è dotato di un indice che comprende le seguenti sezioni: Home, Chi siamo, Storia, Dicono di noi, Autori, Catalogo, Novità, Recensioni, Multimedia e l’Area autori. Quest’ultima è accessibile tramite login con user e password solo da parte degli autori della casa editrice. Da Catalogo si accede alle cinque collane pubblicate dalla Editoriale progetto 2000. Cliccando sulla cover di ognuna si accede ai testi che appartengono alla stessa; da questa pagina è possibile scaricare tutto il catalogo in formato pdf oppure zippato (file in formato compresso) o mandare una mail in redazione per effettuare un ordine.
Nella sezione Novità, naturalmente, vengono esposte le ultime pubblicazioni, di cui è indicato l’autore e il prezzo; cliccando sulle copertine si può vedere anche il numero di pagine e una breve presentazione del testo.
L’area delle Recensioni risulta molto ricca e di carattere multimediale. Nella prima parte si può visualizzare una video recensione, mentre nel resto della pagina vi sono gli highlights di Adnkronos e Corriere.it.

Francesca Molinaro

(direfarescrivere, anno V, n. 37, gennaio 2009)
Invia commenti Leggi commenti  

Segnala questo link ad un amico!
Inserisci l'indirizzo e-mail:

 


Direzione
Fulvio Mazza (Responsabile) e Mario Saccomanno

Collaboratori di redazione
Ilenia Marrapodi ed Elisa Guglielmi

Direfarescrivere è on line nei primi giorni di ogni mese.

Iscrizione al Roc n. 21969
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza n. 771 del 9/1/2006.
Codice Cnr-Ispri: Issn 1827-8124.

Privacy Policy - Cookie Policy