Anno XX, n. 221
giugno 2024
 
Un editore al mese
Nasce Topic: una casa editrice
su self-improvement e qualità
Una nuova realtà il cui interesse è rivolto
all’editoria non fiction di approfondimento
di Alessandra Sabbatini  
Nell’elegante contesto del museo Maxxi di Roma, si è tenuta la presentazione della nuova casa editrice Topic (termine la cui traduzione è “argomento”) nata da un’idea di Marco Bolasco, autore e giornalista romano che vanta una lunga esperienza nel campo dell’enogastronomia e dell’editoria.
Alla presentazione, coordinata dal giornalista Pablo Rojas, sono intervenuti Bruno Mari, vicepresidente di Giunti Editore, e Marino Sinibaldi, giornalista e critico letterario.
Con un fare scherzoso che fa presumere una certa confidenza tra loro, Rojas e gli altri due partecipanti hanno dato voce alla domanda che forse più di una persona non osava fare: Bolasco è forse impazzito? In altre parole, si sentiva proprio la necessità di un’altra casa editrice? Ognuno a suo modo ha provato a dare una risposta allo scottante quesito.

Le premesse
Bruno Mari ha sottolineato che il mercato del libro negli ultimi dieci anni, checché se ne dica, è stato in costante crescita: in particolare dal 2020 al 2024, dati Gfk alla mano, risulta che la vendita di libri abbia registrato un incremento medio di 6 punti l’anno, con un incredibile picco di 20,5 punti nel solo biennio 2020/2021.
Quando il mondo si è fermato dunque, non sorprende che, con tanto tempo libero a disposizione, tra un impasto di pizza e una torta, siamo tornati a concederci uno dei più classici relax della vita: leggere. Conclusa la pandemia, invece del rimbalzo negativo che ci si sarebbe potuti aspettare, il mercato del libro ha continuato ad assestarsi su una lenta e continua crescita, confermando dunque la buona salute del settore dell’editoria.
Anche Marino Sinibaldi ha confermato questo trend positivo, rimarcando come, nonostante l’impatto sempre maggiore di Amazon, le librerie abbiano sostanzialmente resistito, difendendo una buona metà (51%) del mercato totale. Sono inoltre aumentati anche i lettori, grazie a una fetta non irrilevante che potremmo definire “lettori inconsapevoli”, cioè appassionati di generi non convenzionali come manga, manuali, guide, ecc. che non si erano mai ritenuti lettori in senso stretto. Tra l’altro, sembra proprio che il caro vecchio libro cartaceo non ne voglia sapere di andare in pensione, continuando a sovrastare notevolmente il pur utilissimo ebook, che non va oltre il 6% circa del mercato totale.
Possiamo dunque affermare che lo spazio per un nuovo progetto editoriale ci sia? Non solo, ha precisato Marco Bolasco: la nuova casa editrice Topic ha l’aspirazione di andare a coprire un settore a suo dire ancora scoperto, quello dell’editoria non fiction di approfondimento. Niente narrativa, quindi, bensì testi divulgativi di livello medio-alto che spaziano dal campo enogastronomico in primis, a quello tecnico, scientifico e ludico, con un fine dichiaratamente formativo.
L’ambizioso obiettivo dunque è di puntare su testi di qualità che siano spunto di crescita personale e culturale, come ha spiegato Bolasco: «Crediamo nel libro come strumento per imparare, approfondire e fare pratica, vogliamo libri attenti al presente e al futuro, documentati, inclusivi, in cui estetica e contenuti si rafforzino a vicenda. Inoltre Topic vuole definire uno spazio progettuale nuovo, che prima non c’era, in cui autori e lettori possano ritrovarsi».
Bolasco porta con sé in questo progetto l’esperienza maturata al Gambero Rosso, durante la quale ha imparato a fare il giornalista (prima alla redazione di Rai Sat Gambero Rosso Channel, poi come curatore della Guida Ristoranti d’Italia) e quella da Giunti, dove lavora come direttore dei libri illustrati di varia, durante la quale ha imparato a fare l’editore.

I progetti già realizzati e i titoli in cantiere
Con orgoglio, Bolasco ci ha illustrato i primi tre titoli editati da Topic, tra novembre 2023 e gennaio 2024: Chianti classico, l’atlante dei vigneti e delle Uga (pp. 424, € 80,00) di Alessandro Masnaghetti e Paolo De Cristofaro, De gustibus. Sul gusto negli esseri umani e negli altri animali (pp. 144, € 22,00) di Davide Risso e Gabriella Morini, un testo sul gusto negli esseri umani e negli altri animali, e Il vino è rosa (pp. 208, € 25,00) di Giulia e Luigi Cataldi Madonna, un’opera che celebra la rinascita del vino rosato, tutti già reperibili in libreria.
A conclusione della presentazione è intervenuto infine lo chef Niko Romito, con cui Bolasco aveva già collaborato in passato, che ci ha raccontato del grande progetto illustrato dedicato alla cucina che vedrà la luce con Topic nei prossimi mesi. Il suo intervento ha offerto anche l’occasione per parlare degli altri progetti futuri già in cantiere: un atlante del gioco da tavolo, un volume dedicato alla storia della matematica, una mappatura inedita del foraging (utilizzo del cibo selvatico) contemporaneo, e infine una rivista monografica dedicata all’enologia.

Ulteriori dettagli sulla nuova casa editrice
Un’offerta accattivante e variegata dunque, che sembra avere le potenzialità per raggiungere un vasto e diversificato settore di pubblico. Ma con testi così settoriali, ci è venuto il dubbio, non si corre il rischio di relegarsi in un angolo un po’ troppo di nicchia? No, Bolasco ci ha rassicurati del fatto che tutti i libri sono studiati per essere destinati non solo ai professionisti ma anche a un pubblico di semplici appassionati, con l’intento di sviluppare le competenze materiali e professionali dei lettori.
Approfittando della chiacchierata con l’editore abbiamo domandato ulteriori dettagli sulla nascita della casa editrice, e abbiamo appreso che l’importo del capitale sociale per la costituzione di questa nuova società ammonta a circa 50.000 euro.
Con un pizzico di malizia abbiamo chiesto poi quanto peserà il ruolo di Giunti Editore, in quanto socio investitore, in questo nuovo progetto editoriale: Bolasco ci ha tenuto però a precisare che si tratta di un socio di minoranza, e ha sottolineato anzi, con una certa soddisfazione, che si ha a che fare con un raro caso in cui la grande Casa editrice investe materialmente in un progetto di cui non avrà però il controllo. Un enorme atto di fiducia nelle sue capacità, quindi.

Alessandra Sabbatini

(direfarescrivere, anno XX, n. 217, febbraio 2024)
Invia commenti Leggi commenti  

Segnala questo link ad un amico!
Inserisci l'indirizzo e-mail:

 


Direzione
Fulvio Mazza (Responsabile) e Mario Saccomanno

Collaboratori di redazione
Ilenia Marrapodi ed Elisa Guglielmi

Direfarescrivere è on line nei primi giorni di ogni mese.

Iscrizione al Roc n. 21969
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza n. 771 del 9/1/2006.
Codice Cnr-Ispri: Issn 1827-8124.

Privacy Policy - Cookie Policy