Anno XIV, n. 153
ottobre 2018
 
Un editore al mese
Quando la qualità fa davvero la differenza:
Armando editore, la salda storia e l’evoluzione
Una casa editrice capace di innovarsi senza dimenticare il suo focus
tra riviste, saggi scientifici e testi perfetti per adulti e bambini
di Elisa Barchetta  
Secondo gli ultimi dati forniti dall’Associazione italiana editori, relativi all’anno 2016 e al primo semestre del 2017, il numero delle case editrici attive nel panorama italiano raggiunge quasi la quota delle cinquemila aziende. Certamente una prospettiva interessante se si pensa a un settore che ha attraversato un periodo di crisi complesso. E se alcune attività hanno chiuso i battenti, non sono mancate le nuove iniziative.
Ma in Italia sono molte le case editrici che hanno una lunga storia alle spalle e che hanno saputo offrire negli anni testi di qualità senza dimenticare di seguire gli sviluppi del mercato.
Tra le società capaci di far questo rientra Armando editore di cui avevamo parlato, alcuni anni fa, in un articolo a firma Maria Grazia Franzè www.bottegaeditoriale.it/uneditorealmese.asp?id=119 ), e dal momento che è sempre interessante seguire nel tempo l’evoluzione di una casa editrice di consolidata esperienza, in particolare nell’ambito didattico, siamo tornati a navigare sul sito per vedere quali novità propone e come si è sviluppata la sua attività.
La Armando editore, diretta da più di vent’anni da Enrico Iacometti insieme al direttore editoriale Bianca Spadolini, nasce negli anni Cinquanta e può vantare fra i suoi partner istituzionali e professionali diversi istituti di ricerca, università e centri studi. Nel 1985, da una “costola” della Armando, si è sviluppata poi Sovera edizioni (diretta dai figli di Enrico Iacometti Andrea, Claudia e Sergio), che vanta un vastissimo catalogo aperto soprattutto agli esordienti.

Il sito web e il catalogo della casa editrice
La Armando editore ha mantenuto nel tempo una costante attenzione alla qualità, con un focus specifico sulla produzione editoriale relativa alle scienze umane. Il sito della casa editrice ( www.armandoeditore.it ), si presenta di facile consultazione, con sette sezioni tra le quali navigare – che comprendono il catalogo generale completo, il profilo cliente e i contatti della Armando editore, ma soprattutto delle sezioni specifiche dedicate alle riviste, alla scuola e all’università – e una colonna dedicata alle news, alla rassegna stampa, alla segnalazione delle pagine social e all’iscrizione alla newsletter.
La maggior parte dello spazio in homepage è dedicata alla vetrina dei prodotti, con le novità pubblicate dalla casa editrice.
Il catalogo generale della Armando comprende oltre duemilacinquecento titoli, è suddiviso in diciannove argomenti – per rendere la consultazione dello stesso maggiormente user friendly – e comprende numerose collane legate a materie come la psicologia, la sociologia, la linguistica o la medicina, ecc. dirette da nomi prestigiosi nel campo della ricerca italiana.
Inoltre, nell’ottica di seguire i molteplici mutamenti del sapere, si arricchisce dei testi di autorevoli firme del mondo della ricerca, senza tuttavia dimenticare altre tematiche come quelle legate alla narrativa, all’arte, alla natura, ecc.
Elemento interessante della produzione di questa casa editrice è anche la capacità di scegliere testi che affrontano tematiche difficili – come le devianze e gli aspetti psicologici di alcuni comportamenti – partendo dalle fiabe: ne sono un esempio i volumi Dottor Disney e Mister Hyde. Il crimine nelle favole (pp. 160, € 15,00), nel quale gli autori analizzano le favole della nota casa di produzione rilevando «il lato criminologico e più oscuro, nonché psicopatologico dei film classici di Walt Disney» scoprendo e facendo scoprire ai lettori «un Paese delle Meraviglie intriso di disturbi mentali», e Eros fabulars. Arte-fabulo-terapia per adolescenti e adulti (pp. 96, € 15,00) in cui, al contrario, le fiabe diventano rimedi per «sviluppare la continua mediazione tra il sé ideale e quello istintuale al fine di riportare l’Io, dinamicamente e attraverso diversi passaggi evolutivi, ad un’armonica formazione del Sé». Insomma, a ognuno la sua fiaba.

Le riviste della casa editrice
Oltre a pubblicare libri, Armando editore pubblica anche quattro riviste: due semestrali e due quadrimestrali. Le due semestrali sono Education Sciences & Society e Dirigere Scuole: la prima è curata dalla facoltà di Scienze della Formazione dell’università di Macerata e include al suo interno articoli dei maggiori esperti italiani e stranieri su tematiche pedagogiche e della formazione; la seconda invece è curata dall’Associazione dirigenti scolastici (Disal) ed è dedicata proprio ai dirigenti scolastici, proponendosi di fornire idee e strumenti per svolgere al meglio la loro professione di leader educativi.
La prima delle due riviste quadrimestrali si intitola Prospettiva EP ed è la rivista storica della casa editrice, giunta ormai al trentacinquesimo anno di pubblicazione, fondata da Mario Mencarelli per trattare il tema della formazione a 360°. La seconda rivista quadrimestrale si intitola Nuova Rivista di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, curata dal professor Gabriel Levi e dedicata ai professionisti e agli studiosi del settore.

Le collaborazioni con Bottega editoriale
Sperando infine che non sia vero il detto per cui “chi si loda si imbroda”, parleremo anche delle collaborazioni fra Bottega editoriale e Armando editore. Si tratta di una collaborazione di lungo corso, che ha portato alla pubblicazione di cinque volumi a partire dal 2012.
Il primo testo è Immigrazione e multiculturalismo. Le ragioni degli oppositori (pp. 176, € 15,00) del professore di diritto e scrittore Alberto Donati, un saggio che affronta un problema sempre attuale – quello dell’immigrazione – evitando di cadere nei “soliti schemi” dell’accoglienza indiscriminata o, all’opposto, della xenofobia. In questo modo Donati riesce a inquadrare il fenomeno in modo obiettivo, spiegandone l’influenza sul contesto in cui viviamo e proponendo come soluzione una “moralizzazione dell’economia”.
Un altro libro, uscito sempre nel 2012, è Francesco. Il rivoluzionario di Gesù (pp. 160, € 18,00) dello storico e scrittore Silvano Vinceti il quale, dopo aver analizzato le fonti storiche legate alla vita e alle opere di Francesco d’Assisi, ne dà una diversa rappresentazione rispetto a quella tradizionalmente diffusa dalla Chiesa cattolica.
Dalla collaborazione con Bottega editoriale, che ne ha curato la traduzione, nel 2013 è nato il volume Dopo Al Qaeda. La nuova generazione del terrorismo (pp. 128, € 10,00) un saggio del presidente del consiglio di fondazione del Centro di Ginevra per la politica di sicurezza François Heisboroug, il quale analizza come il fenomeno del terrorismo non sia finito dopo l’era di Al Qaeda e Bin Laden, ma si sia in realtà evoluto in nuove forme, riuscendo a disporre anche di tecnologie avanzate e ancora di sostegno; tutti elementi che non lasciano ben sperare per una risoluzione definitiva a breve termine.
È invece del 2015 un nuovo libro di Alberto Donati, dal titolo La globalizzazione cattolica. Humanitas sub Pontifice (pp. 636, €35,00), un saggio nel quale l’autore analizza la situazione attuale della Chiesa cattolica e del sistema economico capitalista facendo emergere una convergenza fra l’affermazione dell’una e dell’altro non dissimile da quella che nel Medioevo sussisteva fra Chiesa e feudatari: in questo scenario, emergono i pontefici che, autoponendosi storicamente come vicari di Dio in terra, lo fanno anche come sovrani del mondo.

Elisa Barchetta

(direfarescrivere, anno XIV, n. 147, aprile 2018)
Invia commenti Leggi commenti  

Segnala questo link ad un amico!
Inserisci l'indirizzo e-mail:

 


Direttore responsabile
Fulvio Mazza

Collaboratori di redazione
Mariateresa Antonaci, Guglielmo Colombero, Teresa Elia, Ilenia Marrapodi, Giusy Patera

Direfarescrivere è on line nei primi giorni di ogni mese.

Iscrizione al Roc n. 21969
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza n. 771 del 9/1/2006.
Codice Cnr-Ispri: Issn 1827-8124.

Privacy Policy - Cookie Policy