Anno XIV, n. 149
giugno 2018
 
Un editore al mese
D’Ettoris editori: la forza della cultura impegnata
che sa oltrepassare i confini geografici
La casa editrice propone densi argomenti spaziando tra temi vari.
Saggistica, letteratura, storia, fra tradizione e comunicazione digitale
di Eleonora Della Gatta  
Avevamo parlato tempo addietro, su Direfarescrivere, della casa editrice D’Ettoris, solida realtà editoriale dalla linea cattolico-tradizionalista, impegnata a trattare temi dall’importante peso storico, filosofico, anche politico. Per chi volesse rinfrescarsi la memoria, può trovare qui l’articolo scritto da Selene Miriam Corapi: www.bottegaeditoriale.it/uneditorealmese.asp?id=166.
In quell’occasione è stata presentata non solo la filosofia editoriale della casa editrice, ma è stato anche realizzato un interessante focus sugli obiettivi dello stesso editore.
Ma cosa bolle di nuovo in pentola? Da realtà dinamica qual è, la D’Ettoris non può che essere immersa in una frizzante attività di scoperta di nuove voci da proporre ai propri lettori.

Tradizione sì, comunicazione 2.0 anche
Indispensabile per un’azienda, ma non scontato, è un sito web, che “accoglie” il lettore nella casa editrice rendendo possibile una “visita guidata” tra le collane, le ultime novità, la sezione dedicata agli ebook e quella in cui è possibile conoscere da vicino i vari autori, senza dimenticare gli eventi in cui la D’Ettoris è coinvolta. In ultimo, sezione ben fatta ma soprattutto importantissima per “convincere” (se non bastassero soltanto i titoli dei libri!) i lettori, è quella dedicata alle recensioni: basta scorrere la pagina per vedere come le pubblicazioni targate D’Ettoris siano riuscite ad andare oltre i confini di un regionalismo che forse da una casa editrice medio-piccola ci si aspetta, e a raggiungere, dalla sperduta Crotone, le pagine delle più importanti testate italiane, con quei temi importanti cui si accennava prima. Perché la cultura, si sa, non ha confini.

Il catalogo: le novità
Volendo dare esempio di questi libri impegnati, andando a “curiosare” tra le novità proposte nell’ampio catalogo, troviamo il libro di Andrea Rossi – dottore di ricerca in storia militare e cultore della materia presso l’Università di Ferrara – dal titolo Dieci anni cento libri. Nel suo testo viene presa in considerazione l’evoluzione della storiografia del ventesimo secolo, ponendo l’attenzione sull’ultimo decennio.
Dalle collane selezionate da D’Ettoris editori si può evincere una certa tendenza che porta all’approfondimento di tematiche storico-sociali, come ad esempio la “Biblioteca di storia del Mezzoggiorno”, in cui spicca il titolo Il brigantaggio postunitario. Il Mezzogiorno tra resistenza e reazione di Francesco Pappalardo; e ancora le collane “Biblioteca di storia sociale italiana” e “Biblioteca di storia europea” all’interno della quale sono presenti ben due novità: Il costo umano del comunismo a cura di Oscar Sanguinetti, scritto dagli autori Conquest, Walker, Eastland, Hosmer, che contiene tre rapporti alla commissione del Senato Usa sulle vittime dei crimini dei regimi comunisti in Unione Sovietica, in Cina e nel Vietnam comunista.
L’altro testo, dal titolo Celebrare Lutero? riguarda invece l’analisi di alcuni testi di Martin Lutero e la Riforma protestante, da parte dello psichiatra Ermanno Pavesi.

Viaggio tra generi molteplici
Spostandoci verso un altro genere, troviamo il romanzo di Maria Pia Cerulo. Ambientato negli anni Settanta, a fare da sfondo alla narrazione la bellissima costiera cilentana, ne Il pesce pettine vengono narrate le vicende di Giuseppe Maiuri, giovane la cui vita verrà letteralmente stravolta in una sola estate, nell’arco temporale di poche settimane durante le quali si succederanno una serie di imprevisti, alcuni dai risvolti tragici.
Degno di nota è il dramma dell’autrice Nicoletta Hristodorescu, I figli del sonno. Dialoghi tra Sofia, Lucifero e il Maestro Viene raccontata con originalità la storia dell’anima umana; anima che mentre è impegnata nella sua eterna ricerca di amore e verità, risulta torturata dalla perpetua lotta tra il bene e il male.

Cultura? Sì, grazie Dopo aver fatto questa rapida carrellata tra le novità proposte dalla casa editrice D’Ettoris editori, si può evincere come la stessa sia mossa dalla volontà di voler attuare una promozione della cultura a trecentosessanta gradi, attraverso spunti e riflessioni tratti dai vari titoli presenti in catalogo.
Grazie all’interesse per le trattazioni di genere storico, per la religione e la narrativa impegnata, l’editore stimola i suoi lettori ad aprire la mente, azione possibile solo tramite la lettura e l’arricchimento ideologico-culturale che ne deriva.

Eleonora Della Gatta (direfarescrivere, anno XIV, n. 144, gennaio 2018)
Invia commenti Leggi commenti  

Segnala questo link ad un amico!
Inserisci l'indirizzo e-mail:

 


Direttore responsabile
Fulvio Mazza

Collaboratori di redazione
Mariateresa Antonaci, Guglielmo Colombero, Teresa Elia, Ilenia Marrapodi, Giusy Patera

Direfarescrivere è on line nei primi giorni di ogni mese.

Iscrizione al Roc n. 21969
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza n. 771 del 9/1/2006.
Codice Cnr-Ispri: Issn 1827-8124.

Privacy Policy - Cookie Policy