Anno XIV, n. 155
dicembre 2018
 
Questioni di editoria
A Roma la rassegna
dell’“altra editoria”
Bottega editoriale è lo sponsor
e “porta” anche tre case editrici
di Ilenia Marrapodi
Nel corso delle manifestazioni culturali e, nel caso specifico delle fiere editoriali, accadono sempre tante cose. Accade che professionisti del settore abbiano modo di confrontarsi e decidere l’eventuale futuro di un libro, accade che spazi espositivi diventino librerie aperte, accade che luoghi definiti vengano appositamente ricreati per disquisire su un titolo e su un altro, o ancora che si “tratti” sulla vendita e/o l’acquisto dei diritti.
Gli appuntamenti nazionali sono tanti e vari e, tralasciando per il momento gli eventi imperdibili (Salone internazionale del libro di Torino; “Più libri più liberi”; “Tempo di libri” di Milano; Pisa Book Festival; Bologna Children’s book fair, Fiera dell’Editoria sociale di Roma), a volte diventa davvero difficile scegliere a quali prendere parte o meno.
Noi di Bottega editoriale, sarà stato l’arrivo della primavera, sarà stata l’innata voglia di andar di fiera in fiera, sarà stata la singolarità dell’evento, ma conquistati e attirati, abbiamo deciso di non mancare all’appuntamento della novella “La città dell’altra editoria” e, oltre a farci sponsor dell’iniziativa, prenderemo parte all’evento rappresentando tre case editrici: Città del sole, il Ciliegio ed Edizioni Simple.

La nuova fiera dell’editoria indipendente: “La città dell’altra editoria”
Una rassegna editoriale rivolta ai creatori di libri indipendenti, si svolgerà nelle giornate del 28 e del 29 aprile, dalle ore 10:00 alle ore 22:00, nel centro di Roma (Testaccio) negli spazi culturali della Città dell’altra Economia. Promossa da Cae e dall’Associazione Culturale B52 con la collaborazione di Satellite libri, è una manifestazione che fa il suo debutto partendo da un’idea progettuale ambiziosa: non solo dare maggiore visibilità a libri, autori ed editori che si propongono come alternativi e ricercati ma anche mettere in risalto il concetto di biodiversità, perché oggi differenziarsi dal pensiero comune vuol dire fare una scelta audace, vuol dire investire non solo su se stessi ma, consapevolmente, anche sull’altro e trovare (perché no) nelle piccole cose, spesso maggiormente curate (e purtroppo meno conosciute) bellezze e verità in grado di contribuire «a cambiarci la vita e il modo di vivere». Oltre a ciò si sottolinea la scelta, per nulla casuale di far cadere l’evento proprio nella data di sabato 28 aprile. Ricorre infatti la “Seconda giornata delle librerie indipendenti”, un momento nazionale per “brindare” a quelle figure che oggi potrebbero essere definite quasi eroiche: i librai indipendenti. E si parte proprio da questo assunto mettendo in evidenza come editori e librerie indipendenti, anche se non in competizione con i colossi, resistono alle strette logiche del mercato, combattendo giornalmente la loro battaglia: ricercare un giusto spazio che possa offrire ai lettori qualità, voci originali, ma anche accuratezza e appunto diversità.

Città del sole, il Ciliegio ed Edizioni Simple saranno rappresentati da Bottega editoriale
Bottega editoriale, come si accennava precedentemente, in qualità di fornitore di servizi, per l’occasione vestirà i panni di rappresentante, gestendo gli spazi espositivi di ben tre case editrici.
Città del sole, natali reggini e ventun anni di esperienza. È guidata da Franco Arcidaco e da Antonella Cuzzocrea. Il suo catalogo editoriale è vasto e variegato; presenta pubblicazioni soprattutto di saggistica, ma anche di narrativa, di poesia, di cinematografia, vantando ad oggi circa novecento titoli presenti in diverse collane. Inoltre, per (de)formazione giornalistica pubblica la rivista di critica cinematografica Cinemasessanta, fondata e diretta negli anni Sessanta da Mino Argentieri, e la rivista culturale Lettere meridiane.
Il Ciliegio, “adolescente” casa editrice, nasce nel 2003 e, con le sue Ciliegine offre un ampio ventaglio di proposte in grado di accontentare i gusti di tutti, dai bambini agli adulti. La linea editoriale perseguita si caratterizza per il suo mettere in risalto valori come il sentimento, la spiritualità, il benessere e la ricerca del sé. Il suo catalogo spazia da pubblicazioni di fantasy, noir, gialli e fumetti con un occhio di riguardo al mondo dei bambini. Interessante è anche la collana di saggistica.
Edizioni Simple fondata anch’essa nel vicino 2003 si definisce la «casa editrice dei nuovi talenti». Spicca per la sua dinamicità, innovazione e la freschezza nell’aderire all’evoluzione delle tecnologie digitali, in primis la stampa. Particolarmente apprezzabili sono i saggi, in chiave solidale, sulle Migrazioni.

I titoli e gli appuntamenti da non perdere
Occasioni come le fiere, sono prima di tutto vetrine (personalizzabili) per mettere in bella vista i propri libri e farsi conoscere.
Tra questi vogliamo segnalare il testo di Edizioni Simple Vademecum per dare un Lavoro a tutti e mettere in sicurezza il Debito Pubblico con Prefazione di Domenico De Masi e Postfazione di Tonino Perna. Il volume in questione scritto a più mani, dieci per l’esattezza, è un “progetto” di costruzione in cui vengono proposte idee, spiegazioni e suggerimenti per guardare con occhio critico allo stato attuale delle cose, ma soprattutto spingere all’azione, all’attuazione di un piano che possa dare lavoro a milioni di persone. Si contraddistingue dai consueti saggi per il suo essere un libro “aperto”. La logica risiede nella non staticità, non dunque un libro da consultare (anche ovvio!) ma uno sprone, uno strumento di lavoro che porti alla collaborazione, aperto anche a nuovi suggerimenti e proposte. Per maggiori approfondimenti www.bottegaeditoriale.it/lacultura.asp?id=172 . Gli stand diventano quindi luoghi di incontro in cui, oltre a “perdersi” tra copertine e titoli, si può avere anche la fortuna di incontrare gli stessi autori, assistere alle loro presentazioni o ancora ottenere una copia autografata del libro scelto.
È il caso de il Ciliegio che per l’evento ha organizzato due “firmacopie”. Il primo si terrà a partire dalle 15.30 di sabato 28 e nella successiva mattinata. Qui, Catia Proietti, autrice del libro L’infanzia negata, incontrerà il pubblico con il suo libro freschissimo di stampa. Per il secondo “firmacopie” Paola Rocco, penna del giallo La carezza del ragno, ha dato l’appuntamento ai suoi lettori nel pomeriggio di sabato.
“La città dell’altra editoria” ha inoltre predisposto una fitta scaletta di appuntamenti che si terranno subito poco dopo l’apertura della manifestazione. Citiamo quello di sabato 28 aprile presso la Sala convegni, alle ore 16.00 in cui verrà presentato il libro La tomba nel fiume edito da il Ciliegio di Andrea Fraschetti, quarto volume di una saga che narra del ritrovamento di un testo storico in cui si parla della sepoltura del re Alarico da cui deriverà una campagna di scavi che porterà dritta dritta al luogo in un boss locale smaltisce rifiuti tossici. Sempre nella stessa
Subito dopo alle 17.00, nella medesima sala, sarà la volta per Città del sole del romanzo di formazione Il Sabotatore di Giorgio Cavagnaro. Una storia che affronta la difficoltà di un sessantenne ad accettare l’inevitabile passaggio temporale che lo condurrà alla terza età. Accompagnato dall’amico di sempre si ripercorreranno momenti di vita passata.

La prima di tante edizioni
Punto di ritrovo, luogo di chiacchiere o vendita diretta, queste due giornate saranno un posto confortevole dove potersi approcciare alla lettura condivisa e fare di una passeggiata tra i libri un momento di aggregazione.
Ai cardini del progetto, parole d’ordine come entusiasmo, cooperazione e libertà. «Perché è molto più facile trovare un innovatore nelle piccole realtà editoriali».

Ilenia Marrapodi

(direfascrivere, anno XIV, n. 147, aprile 2018)
 
Invia commenti Leggi commenti  
Segnala questo link ad un amico!
Inserisci l'indirizzo e-mail:
 


Direttore responsabile
Fulvio Mazza

Collaboratori di redazione
Maria Chiara Paone, Teresa Elia, Ilenia Marrapodi

Direfarescrivere è on line nei primi giorni di ogni mese.

Iscrizione al Roc n. 21969
Registrazione presso il Tribunale di Cosenza n. 771 del 9/1/2006.
Codice Cnr-Ispri: Issn 1827-8124.

Privacy Policy - Cookie Policy